Anello del Dente del Gigante

Durata: 3h circa

Difficoltà: E.

A chi è rivolto? A tutti.

Punti ristoro: 1. Ottimo punto ristoro per organizzare un pic-nic è sicuramente il tavolo nei pressi del Dente del Gigante.

Equipaggiamento: pantaloni lunghi.

Percorso in data: 19 Aprile 2021

Il percorso

Immagine generata su alltrails.com

Partenza: Castello di Ravarano (814 m) - Arrivo: Castello di Ravarano (814 m)

Dislivello: 512 m - Lunghezza: 7.5 km circa

Traccia: AnelloDenteDelGigante.zip

Descrizione:

Questo percorso collega il Castello di Ravarano al percorso dei Salti del Diavolo. In particolare giungeremo fino al Dente del Gigante dove potremo ristorarci nella zona ristoro e ammirare la maestosità di questo "sasso".
Giunti quindi in macchina fino al Castello di Ravarano parcheggiamo in uno degli spiazzi al termine della strada asfaltata. Imbocchiamo il sentiero a destra alla biforcazione e procediamo attraverso il versante sud dello Scaletta fino a raggiungere il segnavia CAI per San Biagio. Alla nostra possiamo ammirare l'alta Val Baganza in lontananza e più vicino la dorsale dei Salti del Diavolo con il Sasso del Colnello a far da padrone.
Giunti al bivio per San Biagio proseguiamo a sinistra all'interno del bosco fion a raggiungere la casa di San Biagio. Qui poi proseguiamo per la carraia in discesa a destra e attraversiamo la frana di Chiastre fino a raggiungere una sbarra di legno che nasconde a destra una carraia in discesa che costeggia la frana e che ci porterà fino all'incrocio con il sentiero 771AW - Dente del Gigante.
Questa carraia su cui ci troviamo è percorsa tutti gli anni dagli atleti della Tartufo Trail, una corsa del circuito Ultra Sky Running che si tiene ai primi di Ottobre. Ogni anno è possibile scegliere tra percorsi di diversa lunghezza partendo da un minimo di 17 km fino ad un massimo di 66/70 km. Di norma il percorso più lungo viene terminato dal vincitore in circa 6 ore e mezzo.
Siamo ora giunti all'incrocio con il sentiero 771 e i segnavia ci portano a seguire la corta salita sulla nostra sinistra. Arriveremo quindi prima sul crinale e poi seguendo il sentiero a sinistra fino al Dente del Gigante dove potremo riposare.
Ristorati e magari un po' brilli dopo aver bevuto una bottiglia di vino in compagnia ripartiamo e torniamo a San Biagio per la strada dell'andata.
Giunti a San Biagio proseguiamo la salita dritta davanti a noi fino al bivio di Case Piovolo dove andremo a sinistra fino all'incrocio con il sentiero 770X che ci porterà fin sulla cima dello Scaletta passando per un traliccio dell'alta tensione. Non ci sono segnavia che indicano il 770X ma lo si riconosce in quanto è la prima traccia che incontriamo sulla nostra sinistra dopo aver lasciato Case Piovolo ed è segnato con la vernice rossa che usano i tecnici ENEL per indicare le strade di accesso ai loro tralicci.
Dopo aver contemplato il panorama e fatto alcune foto proseguiamo lungo il bosco del crinale fino a giungere alla sella tra le due cime dello Scaletta. Qui scendiamo a destra fino a trovare il sentiero 770 che ci porterà in poco tempo fino al Castello di Ravarano e quindi alla nostra macchina.

Altimetria

Immagine generata su gpsvisualizer.com

Immagini

La cima dello Scaletta vista dal basso

Pannello esplicativo - Salti del Diavolo

Pannello esplicativo - Dente del Gigante

Nuvole sul Colnello