Dai Lagoni ai Laghi del Sillara

Durata: 6h circa

Difficoltà: E. Il sentiero è completamente segnato CAI.

A chi è rivolto? A tutti.

Punti ristoro: 1. I Laghi del Sillara. I più impavidi possono fare il bagno.

Equipaggiamento: scarponi.

Percorso in data: 10 Luglio 2020

Il percorso

Immagine generata su alltrails.com

Partenza: Rifugio Lagoni (1354 m) - Arrivo: Rifugio Lagoni (1354 m)

Dislivello: 593 m - Lunghezza: 9 km circa

Traccia: AnelloLaghiSillara.zip

Descrizione:

Rivolto a chiunque voglia passare una giornata di relax, questo percorso vi farà sudare nella prima parte ma poi vi ripagherà una volta giunti a destinazione. Il ritorno è un'avventura.
Lasciate quindi la macchina presso il rifugio dei Lagoni e imboccate il sentiero 711A che parte a sinistra dei laghi. Seguite il sentiero fino alla sella di Rocca Pumaccioletto. Vedrete il Pumaccioletto sulla vostra sinistra come un'enorme cengia molto appetitosa da scalare. Aguzzando lo sguardo potrete scorgere sulla vetta una piccola croce. Giunti alla sella imboccate il sentiero 737 passando da Rocca Pumacciolo e arrivando fino al crinale. Qui procedete a sinistra passando prima dal Monte Paitino e poi dal Monte Sillara. Lungo il crinale troverete un simpatico cumulo di sassi piani chiamato l'"omone": ottimo posto per riposarvi un attimo, fare una foto e perchè contribuire alla crescita di questo cumulo!!
Riconoscerete di essere arrivati sul Monte Sillara da una piccola Croce e da una Madonnina ivi presenti ma soprattutto da qui inizierete a vedere i bellissimi i Laghi gemelli del Sillara. Quello più vicino a voi è il più grande ma dietro c'è il suo gemello, meno popolato e più scenografico. Giunti ai laghi potete fare una sontuosa pausa pranzo e perchè no anche un bel bagno. Attenzione perchè l'acqua sarà fredda, infatti siamo a 1800 metri.
Il sentiero del ritorno parte da sotto i laghi e vi ricondurrà alla sella di Rocca Pumaccioletto. Fate attenzione perchè è poco segnato. Molto spesso troverete piccoli cumuli di sassi (detti ometti) che vi indicheranno la strada al posto dei classici segnavia bianco-rossi. Ad un certo punto entrerete in un piccolo e quasi fatato boschetto. Sbucherete all'improvviso sulla sassaia di Rocca Pumaccioletto. Qui molto probabilmente non riuscirete a trovare il sentiero. Nessun problema: seguite la sassaia in salita e come per magia sarete arrivati alla sella.
Da qui riprendete il sentiero 737 e poi il 711A per tornare al rifugio Lagoni.

Altimetria

Immagine generata su gpsvisualizer.com

Immagini

L'"omone" del Sillara

I laghi del Sillara

"Questo non è un palo"

Il sentiero del ritorno