I Salti del Diavolo. Dal Sasso del Colnello alla Chiastra di San Benedetto

Durata: 5h e 30min circa

Difficoltà: E / EE. Il sentiero è segnato tranne che per il tratto dal Dente del Gigante al Sasso del Colnello.

A chi è rivolto? A tutti.

Punti ristoro: 4. Il Dente del Gigante, il Sasso de Colnello, la Chiusa dei Salti del Diavolo, Cassio.

Equipaggiamento: scarponi, racchette, GPS.

Percorso in data: 29 Giugno 2020

Il percorso

Immagine generata su alltrails.com

Partenza: Chiastre (790 m) - Arrivo: Chiastre (790 m)

Dislivello: 688 m - Lunghezza: 12 km circa

Traccia: SaltiDelDiavoloCompleto.zip

Descrizione:

La leggenda narra che questi enormi sassi siano stati creati proprio dal Diavolo che, messo in fuga, scappò attraversando la Val Baganza da un lato all'altro. Potrete infatti notare che i Salti del Diavolo si estendono per tutta la larghezza della Val Baganza tra Chiastre e Cassio. Le estremità di questa catena sono il Sasso del Colnello (lato di Chiastre) e la Chiastra di San Benedetto (lato di Cassio). L'alluvione del 2013 ha portato via il bellissimo ponte sospeso sul Baganza ma durante il periodo estivo il torrente è facilmente guadabile soprattutto nei pressi della Chiusa.
Il percorso parte da Chiastre dove potete parcheggiare facilmente la macchina. Qui imboccate la strada in salita che vi porterà nell'abitato vecchio di Chiastre e poi proseguite sul sentiero seguendo le indicazioni per "Dente del Gigante". In circa mezz'ora arriverete a destinazione e qui potrete fare una prima sosta godendo dell'isolata tavola posta dietro il dente in un piccolo spiazzo isolato.
A questo punto potete scegliere se intraprendere il poco segnato sentiero fino al Sasso del Colnello oppure tornare indietro e seguire il sentiero in discesa fino al torrente. Nel caso abbiate scelto di proseguire per il Sasso del Colnello vi accorgerete che dall'angolo SE dell'area ristoro parte una traccia di sentiero molto flebile. Imboccatela e seguite per quanto possibile i cartelli della caccia. Arriverete ad un certo punto esattamente sotto il Sasso del Colnello e il sentiero terminerà. Per arrivare sul Sasso dovrete usare il vostro orientamento e, diciamo, un po' di inventiva. Aggirate infatti il Sasso da sinistra e continuate in mezzo al bosco finchè il Sasso non diventa meno alto e meno ripido. A questo punto dovreste riuscire ad intravedere una piccola traccia di sentiero che passa in mezzo al Sasso e che vi porterà prima in una maceria di sassi e poi sui prati del Colnello. Qui potete arrivare sulla punta del Sasso procedendo a destra.
Terminata la contemplazione della Media Val Baganza possiamo ritornare in direzione Chiastre passando però dal sentiero della Tartufo Trail. Dal Sasso del Colnello si procede quindi verso la casa e qui si segue la larga carraia in discesa che ci porta fino alla frana di Chiastre. Esattamente prima della frana il sentiero gira a sinistra all'interno del bosco. Giungerete in poco al sentiero che vi ha portato al Dente del Gigante.
Una volta giunti a Chiastre continuate per la larga strada ghiaiata che va in discesa verso il torrente. La strada si imbocca esattamente in prossimità dell'ultimo curvone del paese e costeggia sulla destra un gruppo di case. Proseguite quindi in discesa e appena dopo 5 minuti troverete un ottimo punto panoramico dal quale non potete non fare una foto.
A questo punto fate attenzione ai segnali. Il sentiero degli Scalpellini che vi porterà sul torrente devia dalla strada principale a sinistra in prossimità di un cumulo di ghiaia nera. Ci sono le indicazioni. Da qui parte un piccolo sentiero in mezzo al bosco che in breve tempo vi porterà sul Baganza dove potrete ammirare e riposarvi all'ombra della chiusa; e perchè no farvi anche un bagno.
Terminato il ristoro attraversate il torrente e imboccate il sentiero per Cassio. Questo sentiero è molto più largo di quello che scende da Chiastre e arriva fino a Cassio in corrispondenza della fontana della Via Francigena presso la quale potrete abbeverarvi. Da Cassio potete proseguire attraversando la Statale e imboccando l'incrocio per Selva. Qui dopo 5 minuti girate a destra in corrispondenza della stalla. Ancora 15 minuti e sarete arrivati alla Chiastra di San Benedetto sulla quale potete ammirare le famose unghiate del Diavolo. Dopo aver aggirato la Chiastra potete fare ritorno a Chiastre percorrendo all'indietro la strada dell'andata.

Altimetria

Immagine generata su gpsvisualizer.com

Immagini

La Chiastra di San Benedetto

Il sentiero dal lato di Cassio

I sassi di Chiastre

L'impervio sentiero verso il Colnello